TYLER

In questo articolo voglio mostrarvi un video e la splendida analisi che Tvd Italia ha fatto al nostro personaggio preferito : Tyler Lockwood

Il momento di analisi profonda, mascherato da Vampideo di questa settimana, è per Tyler. Faccio una piccola premessa: si tratta di uno dei miei personaggi preferiti, lo è diventato in silenzio, senza clamore, quasi senza che me ne rendessi conto.

Questa analisi non sarà una lode, però. E neanche mi metterò ad analizzare completamente il perchè ha fatto (o non ha fatto) certe cose ma vorrei provare a entrare nel ‘personaggio’. Vorrei provare a ‘vedere’ tutto quello che è successo, partendo magari un pò dall’inizio, dal suo punto di vista, SARO’ I SUOI OCCHI.

Senza giudicare. Non voglio cercare neanche di capire. Solo raccontare. TYLER.

Lo vediamo discendere da una famiglia ricca e conosciuta. Padre potente e rispettato, madre filantropa e accattivante con cittadini e personalità pubbliche. Di facciata una bella famiglia: quindi come si poteva pensare al padre violento e autoritario, che non perdeva occasione per umiliarlo perchè lui non era ancora quello che lui voleva? (cosa che tra l’altro non ha mai mostrato di chiedere: ‘Tyler, figlio mio che tipo sei?’).

O alla madre civetta, triste, disperata e superficiale a tal punto da mettersi a flirtare in un bar con il primo bel ragazzo che incontra e che le sorride?

Quindi abbbiamo lo sport, e le belle ragazze. Lo sport è contatto, scontro, sfogo, adrenalina che pulsa nel sangue e che ci fa compiere delle belle imprese. Per valere qualcosa IN PIU’.

Le belle ragazze invece per compiacersi di avere accanto qualcuno di affascinante, tipico degli adolescenti, ma forse non lo è altrettanto tenerla lontana o addirittura usarla, darle qualcosa ogni tanto quanto basta per tenerla vicina, MAI troppo vicina però. Potrebbe essere doloroso.

Poi c’è Matt: il caro, dolce e tenero Matt. Tutto quello che lui non è, non è mai stato, nè probabilmente mai sarà. Eppure sono amici, lo sono davvero. Sempre in contrasto ma sempre vicini. Matt rappresenta la prima ancora di salvezza di Tyler. E’ un bravo ragazzo, possiede tutti quei valori umani che le brave persone dovrebbero possedere e gli vuole bene. Questo in un qualche modo rende migliore anche lui.

E poi c’è Jeremy: anche Jeremy è un bravo ragazzo, e un sognatore, e dopo un primo momento in cui non lo capisce, alla fine lo fa. Ci prova almeno perchè vede qualcosa che forse, prima di Caroline nessuno aveva mai visto: lo vede PERSO.

La maledizione gli arriva addosso come una frustata in pieno viso: viene sbattuto completamente disarmato in una realtà mostruosa. Non solo viene a sapere che i mostri esistono, ma che lui stesso è (sarà) un mostro.

La potenza di queste rivelazioni però non sembra turbarlo in maniera così drammatica. Anzi, quando Caroline gli chiede come stesse pensando di affrontate la prima luna piena, lui la guarda ‘quasi’ tranquillo e le dice di avere un piano. Uno dei punti più interessanti della sua personalità si trova proprio in questo passaggio: è Caroline che si offre di aiutarlo. Lui si sarebbe incatenato in quella cantina da solo.

Perchè così era sempre stato abituato ad essere: SOLO. Ma non perchè fosse una vittima, o perchè la vita lo aveva trattato male: no, era lui che aveva sempre voluto (dovuto?) affrontare tutte le sue prove da solo. Spesso i personaggi di questo show sono il risultato di momenti fondamentali vissuti da bambini (come anche noi immagino): mi piacerebbe andare a fondo di più sull’infanzia un pò di tutti, per vedere da dove hanno preso le loro caratteristiche dominanti. Ebbene quella di Tyler è questa: non ama farsi avvicinare troppo dalle persone, immagino io per non essere deluso. Immmagino anche di non sbagliarmi visto quello che succederà dopo.

La prima MOSTRUOSA luna piena, il dolore, la consapevolezza di essere diventato un mostro, di esserlo diventato per sempre, la certezza che nella sua vita niente sarà mai più quello di prima, che tutti i suoi sogni e tutte le sue speranze saranno per sempre condizionate da questo: un segreto, un modo di vivere, un modo di percepire la vita.

Anche qui la mostruoisità, che non è la non vita dei vampiri, ci appare in tutto il suo orrore: una non vita comunque.

E poi il punto di svolta, anzi la persona che rappresenta per lui il punto di svolta. CAROLINE. Una ragazza che lui conosce da sempre, una ragazza da lui considerata frivola ma di buon cuore. Una ragazza che in poco tempo è diventata per lui la SALVEZZA.

Non solo dal dolore di una notte di luna piena, ma dal dolore di una vita senza che nessuno si AVVICINASSE a lui davvero.

‘A me importa, Tyler. Perdonami se ho oltrepassato i confini’.

Arrivano le nuvole, però. Arrivano sotto forma di persone che lui non conosce ma che gli dicono che sono suoi amici, persone come lui, maledette come lui. E soprattutto gli dicono che Caroline, tutta la luce che la vita gli aveva regalato, gli ha mentito.

Anche lei, anche lei come tutti. ANCHE. LEI.

E lui sbaglia, sbaglia davvero. Esita in un momento drammatico e tragico: esita quando Caroline voleva che lui non esitasse. Esita quando Caroline si aspettava che, proprio per quello che loro avevano condiviso, lui si buttasse nelle fiamme per lei.

Forse anche lui avrebbe voluto non esitare e buttarsi addosso a quella sconosciuta che stava per colpire l’unica persona che gli era davvero stata vicino?

E così perde Caroline: sbaglia e ne paga le conseguenze. Ho ragionato tanto su questo gesto gravissimo, mi sono messa nei suoi panni, mi sono messa in quelli di Caroline, ho capito, ho perdonato, ho quasi giustificato, ma..la gravità del gesto è rimasta lo stesso.

Immagino che lo sbagliare in quel modo con Caroline, e perderla, gli abbia fatto fare la scelta giusta decidendo di non sacrificare Elena seguendo i piani malvagi di Brady. Molto spesso prima di fare la cosa giusta si deve sbagliare tanto.

Siamo arrivati ad un altro punto di svolta: quale sarebbe stata la cosa giusta da fare? Rimanere a casa vicino alla famiglia, e ad amici che non riconosceva più o provare ad andarsene lontano per capire davvero chi era adesso? La scelta di allontanarsi per un pò, penso fosse l’unica scelta possibile.

Per lui.

Il destino è nelle sue mani: deve scegliere lui da che parte stare, che tipo di persona voler essere.

Che tipo di uomo voler diventare.

Lo vediamo compiere due gesti molto belli prima di lasciare la città: uno è rimettere a posto le cose con Matt. Lo incita a rimanere vicino a Caroline ma non esita a dirgli che la ama anche lui. Rimane la bellezza coraggiosa del gesto.

E poi va a cercare Caroline: lo sappiamo che alla fine non le ha parlato. Forse voleva solo vederla un’ultima volta, forse non le ha parlato per non ricordarla arrabbiata o forse non voleva davvero rientrare nella sua vita per poi andarsene. Chissà. Rimane la bellezza romantica del gesto.

Il futuro di Tyler lo prendo dalla canzone che hanno usato gli autori per accompagnarlo in questo viaggio.

‘Family tree’: in una parte importante dice ‘IERI non ti definisce, questa non è la tua eredità, non è quello che ti rimane’.

‘Forse tutti gli errori commessi dalle persone della sua famiglia non saranno i suoi. Forse il destino che nessuno vorrebbe non sarà il suo: perchè forse riuscirà a spezzare le catene che lo tengono legato. Perchè l’inverno prima o poi, per quanto opprimente e duro, diventa primavera. E il suo destino, la sua discendenza potrà diventare una vita nuova.’

Cos’ altro aggiungere se non che Tyler è da sempre stato il mio personaggio preferito,ed ho sempre sperato in un evoluzione giusta o sbagliata che sia,nella serie. Anche per dare piu luce alle capicità dello splendido attore che lo interpreta, Michael Trevino.

4 Risposte to “TYLER”

  1. damonmary Says:

    Luigi, è stato un vero ONORE per me analizzare un personaggio che AMO così tanto ..
    Grazie dei complimenti ..

    • Penso che tu abbia colto appieno quello che è il mio pensiero e quello dei sostenitori di Tyler. Nemmeno io sarei riuscito a fare un analisi cosi giusta e scritta bene,i COMPLIMENTI sono piu che meritati damonmary!

      • damonmary Says:

        Preferenze personali a parte (in poco tempo Tyler si è preso tutti i riflettori) .. penso che il suo personaggio sia allo stesso livello di drammi e di cose da dire del trio principale.
        E’ lui che mi ha ispirato: non potevo che scriverlo bene, e Trevino .. bhe non avremmo potuto chiedergli di più.
        E’ PERFETTO.

      • Sante parole🙂 era un pò troppo sottovalutato secondo me,ed io,ma un pò tutti credo,sono contento dello spazio che gli sia stato dato in questa stagione per mostrare a tutti il suo talento!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: